COSA RESTA (Ciampi - Marchetti)

Cosa resta di noi due?
Resta un'ombra che fugge nel mattino
e un bel viso nella testa.
È successo un fatto strano:
io ti amavo e non ti amo
ma non capisco la tua scelta
perché sei un disastro come me
e sai che solo io posso capirti.
Però tu insisti a cercare,
così sei solo tu che paghi
il prezzo dell'orgoglio e della solitudine.
Ma perché tu vai contro te stessa?
Perché non guardi mai vicino
e vai sempre contro il tuo destino?
È successo un fatto strano:
io ti amavo e non ti amo
ma la tua foto è nella tasca
perché io non ti ho sostituita
perché tu non mi hai sostituito.