LA STORIA DEL SIGNOR YX (Ciampi - Marchetti)

Dopo il lavoro il signor YX a casa sua ritornò ed a sua
moglie così parlò:

"Laura, io proprio non capisco
perché tu hai lasciato
tutte le luci accese.
Laura il fuoco sta bruciando
tutta la nostra cena,
che cosa mangeremo?"
Grida si udivano qiu dalla strada
e l'uomo curioso corse e si affacciò.
"Laura, la vita è molto strana,
deve essere l'inquilino
che vive accanto a noi."

Ma il signor YX non sa che sua moglie è sola ed è laggiù.

"Laura, proprio questa mattina
l'ho visto e gli ho parlato,
sembrava molto felice.
Laura, mi sembrano tutti matti,
guardano tutti quassù,
che cosa vogliono da noi?"
Trilla il campanello e qualcuno gli grida:
"Sua moglie è sola, venga giù!"
"Dica: ma lei mi sembra matto,
mia moglie è qua con me.
Aspetti gliela chiamo.
Laura non ce la faccio più,
c'è troppa folla intorno a noi.
Perdonami se sono così pallido."